NON SIAMO ABUSIVI!

Tutte le persone iscritte all’Associazione Comitato 10 metri non hanno commesso alcun abuso edilizio e non vogliono essere chiamati “abusivi”. Hanno tutti costruito la propria casa, o la casa denunciata, rispettando la concessione edilizia emessa dal proprio Comune ed hanno l’ abitabilità. E’ stato rigorosamente seguito l’iter burocratico che impone lo Stato per poter costruire una abitazione. Eppure sono fuori legge! Il giudice non ammette la “ignorantia legis”.
Ma chi ha costruito con concessione edilizia è a perfetta conoscenza delle leggi che regolano il territorio.
Ma ce ne sono altre, di leggi, che bisogna conoscere ugualmente. Chi le deve conoscere se le Amministrazioni Comunali e Regionali, delegate dallo Stato per applicare queste leggi, le hanno applicate in modo sbagliato? (art.1 d.m. 1444/1968: Campo di applicazione:
Le disposizioni che seguono si applicano ai nuovi piani regolatori generali e relativi piani particolareggiati e lottizzazioni convenzionate; ai nuovi regolamenti edilizi con annesso programma di fabbricazione e relative lottizzazioni convenzionate; alle revisioni degli strumenti urbanistici esistenti.)
Per il giudice invece le deve conoscere il cittadino che, in seguito, si rifarà presso le amministrazioni per i danni ma anche qui, finora, (genn 2014) abbiamo bruttissime notizie a riguardo: nelle poche sentenze che abbiamo il giudice benchè riconosca che il Comune ha rilasciato atti illegittimi, assolve comune, sindaco e tecnici, riconoscendo colpevole solo il proprietario!

Buona fortuna.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>